Cadono le marsicane d’Eccellenza: il Paterno perde in casa, Capistrello sconfitto 2-0 dalla Torrese Tredicesima d’Eccellenza maledetta per le squadre marsicane. Cade il Paterno in casa contro il Penne. Gli ospiti si impongono con il risultato di 1-0. Gara decisa dalla rete siglata, al minuto 39 del secondo tempo, da Carpegna. Perde anche il Capistrello, che conferma il suo mal di trasferta, cedendo ai colpi della Torrese per 2-0.

23380203_369607743487799_3488844884813173374_n

È nera la tredicesima giornata d’Eccellenza per le formazioni marsicane. Capistrello e Paterno rimediano zero punti in due contro Torrese e Penne, frenando la propria corsa alle zone alte della classifica. Il weekend calcistico d’Eccellenza inizia con i granata, impegnati nel turno d’anticipo di sabato 11 novembre. Trasferta più che insidiosa al Comunale di Castellato, per i rovetani, reduci dalla vittoria contro il Montorio 88.

Inizio vivace tra Torrese e Capistrello, con le due squadre brave a creare occasioni da entrambe le parti. Il gol, non a caso, non tarda ad arrivare. L’azione del vantaggio Torrese parte dalla destra, con un lancio lungo a cercare Carosone, palla intercettata male da Antonelli  e De Meis, con un tocco sfortunato, beffa Di Girolamo, mandando la palla nella propria porta.

È veemente la reazione del Capistrello, che trova, però, ben due legni a negare il gol del pareggio. Prima De Meis con un destro da fuori area che si spegne sul palo, poi Bolzan, che con un tiro a giro colpisce ancora il palo alla destra del portiere della Torrese. Il primo tempo si chiude sull’1-0. Parte forte la squadra di casa però nella ripresa. Al dodicesimo, infatti, azione da manuale della Torrese, con Carosone che trova Puglia smarcato al centro dell’area di rigore.  Il numero 7 giallorosso non deve far altro che controllare la palla e liberare il tiro del 2-0. I granata rispondono con i tentativi di Mercogliano e Fantauzzi, lasciando, però, ampi spazi alle ripartenze dei padroni di casa. Di Girolamo è bravo in due occasioni a negare agli avversari la rete del 3-0. Non ci sarà tempo, però, per leccarsi le ferite per i granata, che nella prossima gara saranno impegnati contro il Sambuceto secondo in classifica.

Resta fermo a 22 punti in classifica il Paterno, costretto alla sconfitta in casa dal Penne. La squadra nerazzurra cede per 0-1. Ci provano i marsicani fin dai primi minuti. Mancano, però, le idee e l’incisività ed arrivano pochi pericoli per la retroguardia ospite. Penne pericoloso al 39’ minuto del primo tempo. È un grande intervento di Cattafesta a negare la rete del vantaggio agli avversari. Il Paterno risponde e sfiora il gol due volte, fermato soltanto da due super parate dell’estremo difensore avversario.

Secondo tempo di marca nerazzura. Il Paterno fa possesso e crea azioni, ma la porta sembra stregata per la squadra di casa, che colpisce anche una traversa con Giglio. Arriva al 39’ la rete che decide la gara, la sigla Carpegna, bravo a infilarsi sulla sinistra e a beffare un incolpevole Cattafesta. È 1-0 allo scadere dei minuti di gioco, il Paterno cade in casa, per la terza sconfitta stagionale. I nerazzurri torneranno in campo il 19 novembre contro il Miglianico.