Premio letterario Sgattoni: vince in casa il racconto di Clara Terribile La pluripremiata autrice nonchè imprenditrice teramana vince il premio letterario dedicato all'intellettuale abruzzese Giammario Sgattoni. Il concorso di quest'anno vanta anche un logo, frutto della fantasia di una giovane studentessa.

libro-biografia-su-misura
La scrittrice teramana Clara Terribile ha vinto, con il racconto ‘Oltre quella stagione’, la dodicesima edizione del premio letterario racconto breve, intitolato a Giammario Sgattoni, promosso dalla Pro Loco di Garrufo di Sant’Omero (Teramo). Secondo si è classificato Gabriele Andreani, di Pesaro, con il racconto ‘My English teacher’. Il terzo premio è stato assegnato a Menotti Sergio Di Diodoro, di Giulianova (Teramo), con il racconto ‘Il figlio della maestra’.
La Giuria, composta dai signori: Luigi Mastrangelo (docente all’Università di Teramo) in qualità di presidente, Maria Colella, Franca De Santis, Eliodoro Di Battista (segretario), Giovanna Frastalli e Amadio Galiffa, ha, inoltre, premiato come ‘Miglior autore abruzzese’, Davide Maceroni, di Avezzano, con il racconto ‘Lettera a me stessa’; e come autore più giovane Matteo Di Natale (di anni 24), di Controguerra (Teramo), con il racconto ‘Il sussidiario’.
Clara Terribile è nata a Teramo e risiede nella vicina Mosciano Sant’Angelo. Imprenditrice nel mondo della moda, i suoi abiti hanno sfilato sul ‘tappeto rosso’ del Festival di Cannes.È autrice di alcuni romanzi e vincitrice di ventinove premi letterari, uno dei quali è francese. Nel 2008, si era classificata terza alla terza edizione del Premio Sgattoni. Il suo racconto si è affermato su 54 elaborati provenienti da tutta Italia oltre che da Buenos Aires. La cerimonia di premiazione si svolgerà la sera del 2 agosto prossimo, a Garrufo di Sant’Omero, nel corso della serata inaugurale della IX Rassegna umoristica ‘Sorridi con gusto’, presentata, come di consueto, dallo storico Sandro Galantini. L’edizione di quest’anno sarà interamente dedicata all’intellettuale abruzzese Giammario Sgattoni, nel decennale della morte.

Sgattoni, al quale è intitolata la scuola elementare di Garrufo, nacque nella stessa frazione vibratiana, il 5 maggio 1931. Giornalista, scrittore e poeta italiano, tra il 1958 e il 1996, fu responsabile dell’Ufficio stampa e propaganda dell’Ente provinciale per il turismo di Teramo. Dal 1958 al 1974 diresse, insieme a Ottaviano Giannangeli e Giuseppe Rosato, la rivista di cultura e di arte ‘Dimensioni’, istituita a Sulmona dallo stesso Giannangeli. Nel 1959 fondò il ‘Premio Teramo per un racconto inedito’, della cui giuria furono presidenti prima Diego Valeri e poi Carlo Bo. A Sgattoni è anche dedicata l’antologia del Premio, che raccoglie i primi tre classificati di tutte le edizioni.

Il volume, curato da Enrico Di Carlo, è presentato dal giornalista e critico letterario Simone Gambacorta. Da quest’anno il Premio ha il proprio logo. Ad averlo realizzato è la giovane Antonella Massetti della terza media di Sant’Omero, sezione A, vincitrice della sezione grafica del concorso, riservata agli studenti delle Classi Terze della Scuola Secondaria di primo Grado di Nereto, Sant’Omero e Torano. Lo ha valutato la giuria presieduta dal disegnatore umorista Nino Di Fazio e composta dal suo collega Vladimiro Di Stefano, dal grafico Mariassunta De Matteis, e dai giornalisti Anna Fusaro e Simone Gambacorta. Secondo è risultato Emanuele Michetti (terza A di Sant’Omero) e terza Ludovica Capoferri (terza B di Sant’Omero).

Fonte: AGI

Fonte foto: Haisentito