Se ne va Salvatore Di Domenico capistrellano adottato civitellese: portato via da una brutta malattia Si suol dire che le anime migliori, a questo mondo, lascino sempre prima delle altre la realtà vissuta sulla terra, per aggrapparsi ad un panorama che solo è capace di accoglierle più degnamente. Ed è così che se ne è andato via, nella giornata di ieri, Salvatore Di Domenico, stroncato da una brutta malattia. Originario di Capistrello, voluto bene da tutti, amava cantare al karaoke e far divertire e sorridere gli altri nelle sere della vita. Lascia una moglie e due figli.

mondo-imprenditoriale-in-lutto-33312

Viveva da tempo a Civitella Roveto, ma era nativo di Capistrello. Se ne è andato via, nella tristezza generale, Salvatore Di Domenico, di 42 anni: un uomo buono e sorridente, stroncato e vinto, alla fine, dalla battaglia ingaggiata contro una dura malattia, che lo aveva portato ad essere ricoverato nel nosocomio pescarese nell’ultimo periodo.

L’uomo, da qualche tempo, infatti, si trovava ricoverato presso l’Ospedale di Pescara, per essere seguito medicalmente con attenzione. Ieri, la notizia di lutto, che ha sconvolto, assieme, due comunità intere, quella rovetana e quella capistrellana. «Una bravissima persona, un uomo gioviale – così lo ricorda il vicesindaco di Civitella Roveto, nonché suo vicino di casa, Pierluigi Oddi – che spesso amava suonare la chitarra tra amici per divertirsi col karaoke, nel suo bar di Capistrello, Bar Orazio, assai conosciuto e noto nella Marsica della modiva».

Di lui, l’amministratore ricorda l’estremo altruismo, che ha toccato uno dei suoi apici più alti proprio in una notte di Ferragosto, era il 2016. «Io e lui – ricorda Oddi – intervenimmo allora per portare soccorso a 3 ragazzi che avevano subito un incidente stradale. Lui si precipitò assieme a me sul luogo del sinistro: erano le 4 e 30 circa di notte, ma non batté ciglio». L’uomo lascia una moglie e due figli. Il 21 novembre scorso, è stato il giorno del suo compleanno.
La Redazione di InfoMediaNews si stringe ai familiari per le condoglianze.