Ancora bufera in Prima Categoria: a rischio il match Cesaproba-L’Aquila La squadra dell'Aquila Calcio, già al centro di polemiche, continua ancora a far parlare di sé: la gara contro il Cesaproba non verrà disputata nel campo della squadra del comune di Montereale.

1543503074-9373-img-20181129-wa0007

Lo scontro tra L’Aquila e Cesaproba sta alzando numerose polemiche, riaprendo la questione riguardante l’agibilità degli impianti sportivi e delle tribune. È arrivato oggi pomeriggio il decreto ufficiale del Prefetto della Provincia de L’Aquila, in cui vengono enunciate le motivazioni che hanno portato alla decisione di non far disputare la gara sul campo del Cesaproba.

 

Le tribune, di fatti, avrebbero potuto ospitare solamente 78 persone: un numero, questo, ritenuto esiguo, tenuto conto dei numerosi tifosi che seguono la squadra del Città di L’Aquila in trasferta. Inoltre, come riportato e precisato nel decreto del Prefetto, all’esterno dell’impianto non avrebbero potuto sostare le tifoserie organizzate, in quanto si tratta di una condizione non consona alle norme sulla sicurezza.

 

Bisognerà aspettare domani, allora, per comprendere quali saranno le decisioni del Cesaproba. La Prefettura ha stabilito il termine entro il quale la squadra dovrà dare indicazioni sul campo scelto: i bianco rossi dovranno esprimersi entro e non oltre la mattinata di domani.

 

Tempi stretti quindi, che non aiutano affatto il Cesaproba. Nel caso in cui non si riesca a decidere e a trovare un nuovo impianto in cui giocare, la partita non verrà disputata. (V.D.G.)

 

 

Foto di: atuttocalcio.tv