Call center Cup Asl L’Aquila: «Lavoratori al gelo in container da 10 anni» Non ci sono ancora miglioramenti per quanto riguarda la condizione dei dipendenti del call center del Cup della Asl dell'Aquila: da circa 10 anni sono costretti a lavorare in container per mancanza di nuove strutture, promesse in precedenza. Il segretario provinciale della Uil Fpl Antonio Ginnetti: «Basta aspettare, vogliamo risposte concrete».

OSPEDALE

                                                                                                      

Il segretario provinciale della Uil Fpl Antonio Ginnetti torna a lanciare l’allarme per i 40 dipendenti del call center del Cup che da 10 anni, ormai, lavorano in condizioni precarie all’interno di un container rovente in estate e gelido in inverno: «Nonostante le promesse dell’azienda sanitaria, i dipendenti del call center del Centro unico prenotazione della Asl 1 Avezzano Sulmona L’Aquila lavorano ancora all’interno di un container collocato all’ospedale San Salvatore, sistemazione rimasta provvisoria dal terremoto del 2009».

 

«In occasione della conferenza stampa dello scorso agosto di presentazione dei nuovi locali del servizio vaccinazioni che ospiteranno anche quelli del call center, si era annunciato che in poco tempo la situazione si sarebbe sbloccata e invece sono trascorsi altri 5 mesi. In questi giorni di gelo è ancora più urgente la necessità di dare una collocazione dignitosa a questi lavoratori che da anni operano con temperature proibitive e oggi lavorano in condizioni precarie perché alcune delle strumentazioni sono state già spostate nei nuovi locali», continua così il segretario provinciale.

 

«Alla piena disponibilità del manager Rinaldo Tordera che da sempre ci ha garantito azioni concrete volte alla risoluzione della vicenda, non corrisponde purtroppo la solerzia di un ufficio tecnico, caratterizzato invece da una grande lentezza nell’espletamento delle procedure, La Uil Fpl è vicina ai 40 dipendenti da sempre e chiede una risoluzione immediata di una situazione che si trascina ormai da troppo tempo», conclude Ginnetti.

 

Fonte: UIL FPL L’Aquila

Foto di: Il Centro