Castronovo diventa ‘Il Borgo di Natale’ per un giorno: gastronomia, musica e tradizioni nel menù dell’8 dicembre Natale arriverà prima quest’anno a Castronovo, piccolo centro del Comune di San Vincenzo Valle Roveto. L’8 dicembre è in programma un’intera giornata, organizzata dalla Pro Loco del posto e da un Comitato spontaneo di cittadini, in cui tra gastronomia, musica, travestimenti, addobbi e piatti tipici, il divertimento la farà da padrone per una festa, alla sua prima edizione, che inonderà di spirito natalizio il borgo rovetano.

46110205_2254888361251548_2018246596004675584_n

“Tieni presente che se si riesce a trovare il Natale nel proprio cuore, non si potrà certo trovarlo sotto un albero”, parole, sulla musica e non, della cantautrice Charlotte Carpenter. Ma dove si può trovare, veramente, il Natale? Tra un regalo e un altro, tra un gesto d’affetto e una parola dolce, tra una carezza e una nuova promessa, tra gli insegnamenti religiosi o quelli saggi dei nonni, o forse tra le strade addobbate a festa e i sapori del tempo antico. Il Natale 2018 per il piccolo centro rovetano di Castronovo, quest’anno avrà una marcia e tanti luoghi in più, non solo dell’anima. Saranno, infatti, le piccole strade del centro storico del paese, nel Comune di San Vincenzo Valle Roveto, ad ospitare l’evento che farà da apripista alle feste natalizie, denominato ‘Il Borgo di Natale’, in programma per sabato 8 dicembre.

 

 

Un intero paese vestito a festa, con addobbi classici del Natale e luminarie a dare luce e colori agli angoli delle strade, folletti ed elfi, qua e là, grandi e piccoli, in giro per le strade del borgo per aiutare il Babbo più famoso del mondo, musica tradizionale, folkloristica e a tema con la festività celebrata e, soprattutto, numerose cantine gastronomiche. L’organizzazione dell’evento è firmata, interamente, dalla Pro Loco del paese di Castronovo e da un Comitato di volontari, che, assieme, hanno collaborato per la preparazione di ogni singolo dettaglio caratterizzante la manifestazione in programma.

 

 

«Una bella sinergia – ha spiegato, alla Redazione di Info Media News, il presidente della Pro Loco, Mario Novelli – quella che ha portato all’organizzazione dell’evento, alla sua prima edizione qui a Castronovo. Tra noi membri della Pro Loco, il Comitato spontaneo di aiutanti e molti cittadini del posto, c’è stata una fruttuosa collaborazione che ha permesso di rendere possibile la realizzazione di una giornata che speriamo possa regalare serenità e spensieratezza, ma al tempo stesso vivacità, ad una piccola ma splendida realtà, quale è quella del paese di Castronovo».

 

 

Alle ore 12 è prevista l’apertura delle cantine nel centro storico di Castronovo. «La lista delle cantine, almeno al momento, ne comprende 24», precisa il presidente Novelli. La maggior parte di esse offrirà cucina tradizionale e piatti tipici, ma non mancheranno spazi destinati alla vendita di oggettistica, frutto di attività artigianali, come lavori a uncinetto o fiori realizzati in ceramica. «Tutte le cantine che saranno presenti sono curate da gente del posto. Questo per venire incontro all’esigenza che sta alla base della manifestazione, ovvero quella di caratterizzarla attraverso la sua autenticità. Non a caso molte delle ricette che saranno servite saranno costituite dai piatti che le donne di Castronovo cucinano quasi quotidianamente».

 

 

Tutte le cantine saranno decorate da numerosi addobbi natalizi e, inoltre, ci saranno 2 presepi artigianali, realizzati da alcuni cittadini del posto. Alla base e al centro di tutto, quindi, il Natale, con i suoi colori, i suoi mille sapori, odori, le sue dolci voci e i suoi giochi di luci. Le illuminazioni, che attraverseranno il paese, si accenderanno al crepuscolo e condurranno i visitatori sui sentieri nei quali saranno concentrate le cantine, cioè «Via Palazzo, Via Capo Croce, Via Pratozza e Via Fonte, per tornare, poi, al punto di partenza, ovvero la Piazza», spiega ancora Mario Novelli.

 

 

L’evento, patrocinato dal Comune di San Vincenzo Valle Roveto, sarà anche l’occasione di riallacciare le fila con il passato, poiché «apriremo il vecchio frantoio del paese, ormai non più in funzione, che, per l’occasione, sarà attrezzato e allestito come una vera e propria cantina», conclude Novelli. L’8 dicembre, allora, il giorno che coincide con l’addobbo natalizio delle case degli italiani, sarà un intero paese a vestirsi di Natale. Il borgo di Castronovo indosserà l’incanto che solo l’attesa natalizia regala, lo farà per la prima volta in assoluto: nella speranza che, dalla voglia di fare insieme, nasca una nuova tradizione che unisca, come per magia, il paese e la sua gente.