Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Civitella Roveto: fototrappole per gli incivili che inquinano l’ambiente

Il comune di Civitella Roveto comunica un’importante novità per il suo territorio. Sono state installate sofisticate fototrappole mobili,  che verranno posizionate di volta in volta in vari luoghi random.

L’intento è quello di contrastare con fermezza fenomeni di inciviltà posti in essere da cittadini che, non volendo aderire alla raccolta differenziata o non volendo utilizzare il servizio di ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti, si spostano da casa per disfarsi dei propri rifiuti abbandonandoli indiscriminatamente: a volte si tratta anche di cittadini provenienti da altri paesi. Le fototrappole, totalmente gestibili da remoto (quindi controllabili a distanza), inviano video e foto direttamente sugli smartphone e pc, con visione eccellente soprattutto di notte.

«Volevamo mantenere riservata l’installazione, ma abbiamo preferito preavvertire le persone incivili e malinformate sulla politica repressiva amministrativa», così si spiega l’amministrazione in una nota stampa. Tempi duri insomma per chi proprio non riesce a non buttare immondizia qua e là deturpando ambiente e natura circostante, perché dopo il preavviso arriveranno le giuste sanzioni ad opera della Polizia municipale, che potrà accertare l’identità dei trasgressori e avviare verifiche necessarie ad appurare infrazioni amministrative e penali. La giusta risposta che l’Amministrazione ha attuato e che ha già permesso di risolvere con celerità alcune situazioni.

L‘obiettivo finale di questo innovativo progetto è quello di prevenire azioni indisturbate di abbandono di rifiuti domestici ed ingombranti da parte dei cittadini, ma anche rifiuti abbandonati dalle attività industriali, commerciali e artigianali del luogo.

Fonte Ufficio Stampa Comune di Civitella Roveto 

Foto di Cinque Quotidiano

Altre notizie che potrebbero interessarti

Trasporti, venerdì 4 ore di sciopero

Gioia Chiostri

Scontro tra due auto nel Fucino: 118 di Trasacco sul posto

Redazione IMN

Direttive e politiche europee: l’Abruzzo fa scuola

Redazione IMN