Fondi per bando regionale ‘Cultura al Centro’: l’idea degli abruzzesi in Belgio L’iniziativa ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale regionale. Il Presidente di Abrussels, Claudio Vernarelli, ricorda che «sebbene il contributo messo a disposizione sia simbolico, questo è un segnale di vicinanza, concreto e forte, di tutta la comunità abruzzese residente a Bruxelles, capitale del Belgio e dell'Europa».

DSC_8896

Per il secondo anno consecutivo, la comunità abruzzese di Bruxelles si attiva per la promozione di progetti culturali sul territorio regionale.

Abrussels asbl, l’associazione degli Abruzzesi a Bruxelles, in collaborazione con l’associazione degli Abruzzesi di Liegi, ha messo a disposizione di associazioni no profit apartitiche operanti in Abruzzo la somma di 2.100 euro per realizzare un progetto senza scopo di lucro dal titolo ‘Cultura al Centro’.

L’iniziativa ha come obiettivo la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale regionale per attività socio – culturali legate al territorio, che comprendano la collaborazione con le comunità locali e le scuole di secondo grado.

«Il bando ha riscosso molto successo. – afferma Claudio Vernarelli presidente dell’Associazione Abrussels – Sono state vagliate 33 proposte giunte da tutte le province e non è stato facile decretare il vincitore, considerata la validità di molti dei progetti pervenuti. Dopo un’attenta valutazione, è stato selezionato il progetto Il Cammino dell’Adriatico, dell’Associazione Paliurus di Pineto».

Il Cammino dell’Adriatico si svolgerà sul percorso ciclopedonale che va da Martinsicuro a San Salvo, lungo il tracciato abruzzese dei pellegrini che si recavano in Terra Santa percorrendo a piedi la penisola italiana da Venezia a Brindisi.

Ciò è testimoniato storicamente dai cinque affreschi all’interno della chiesa romanica di Santa Maria di Propezzano, nel comune di Morro d’Oro. Il progetto promuove il turismo lento ed ecologico in una costa veloce come quella adriatica, riscoprendone le bellezze artistiche e naturali con attenzione all’identità dei luoghi, cosa che, invece, il turismo di massa costiero ha negli anni banalizzato o ignorato. Il Presidente di Abrussels, Claudio Vernarelli, ricorda che «sebbene il contributo messo a disposizione sia simbolico, questo è un segnale di vicinanza, concreto e forte, di tutta la comunità abruzzese residente a Bruxelles, capitale del Belgio e dell’Europa».

«Questi fondi – continua Claudio Vernarelli – sono stati raccolti grazie ad attività di puro volontariato dei soci che si sono impegnati con diverse iniziative e che, all’unanimità, hanno deciso di finanziare un progetto di alto valore socio – culturale. Vorrei ringraziare i soci valutatori per il lavoro che è stato fatto, e la socia Cristiana Marchitelli per la realizzazione della grafica e la comunicazione».

Fonte: Abrussels asbl

Foto di: www.abrussels.com