Il mese della panchina rossa 1522 delle Democratiche: domenica toccherà a Coppito Un tour di colore rosso, durato un mese intero, che ha toccato anche i piccoli paesi. Per parlare ancora una volta di violenza sul genere femminile. Proprio perché parlarne non è mai abbastanza.

47173799_1998514477114906_6810995387520778240_n

Questa domenica, alle ore 11 e 30, arriva anche a Coppito la campagna di civiltà durata un mese delle donne democratiche: un richiamo forte alla civiltà da parte dell’intera comunità, oltre le appartenenze: questa è la campagna ideata dalle Democratiche, ‘La panchina rossa 1522’.

Siamo quasi in dirittura d’arrivo. Domenica, 2 dicembre, una delle ultime tappe della campagna che ha voluto andare ben oltre il canonico 25 novembre. Un intero mese dedicato ai temi, purtroppo sempre attualissimi, delle violenze sulle donne e i femminicidi, perché quotidiane sono le notizie di donne abusate e frequentissimi casi di donne vittime di femminicidi.

Una campagna dedicata in particolare alle frazioni, alla periferia. «Sì, – afferma la deputata Pezzopane sui social – ci siamo concentrate sui piccoli centri perché soprattutto nelle periferie maggiore è il senso di isolamento e solitudine delle donne vittime di violenze. Una targhetta sulla panchina rossa riporta il 1522 – help line violenza e stalking – numero gratuito attivo h24: un elemento d’aiuto concreto, una possibile via d’uscita per le donne che subiscono violenze, un primo passo verso la riappropriazione della propria vita, per la rinascita. Domenica, 2 dicembre, sarà quindi la volta di Coppito; alle 11:30, in via Pier Paolo Pasolini ( progetto c.a.s.e. Coppito 3 ), grazie all’impegno di tante persone e alla collaborazione della Proloco della frazione aquilana».

«E’ con il sostegno di persone di buona volontà che la campagna ha avuto la possibilità di raggiungere tante cittadine e tanti cittadini. Una battaglia di civiltà, oltre le appartenenze. Una campagna che è anche messaggio a tutti gli uomini non violenti; perché è soprattutto loro, ora, il compito di isolare i violenti e costruire con le donne e le Istituzioni le condizioni perché si realizzi una società nella quale la cultura del rispetto sia una realtà consolidata», avverte la Pezzopane sulla sua pagina Facebook, lanciando l’iniziativa.

«La prima fase della campagna si concluderà l’8 dicembre in centro storico, per riprendere in primavera. Quindi un nuovo punto rosso di aiuto concreto, il 1522, che può salvare la vita ad una donna prigioniera delle botte, delle vessazioni. La panchina rossa con il 1522 è già presente a Paganica, Arischia, Camarda, Tempera, Collebrincioni, Preturo e da domenica a Coppito», conclude la politica Dem.

Fonte: Pagina Facebook Stefania Pezzopane

Foto di: